Dall’anno 2023 le istituzioni scolastiche hanno l’obbligo di inviare all’Agenzia delle Entrate una comunicazione contenente i dati relativi alle spese per istruzione scolastica ed erogazioni ricevute dai genitori su Pagoinrete-PagoPA, sostenute nell’anno d’imposta precedente.

 

In tal modo ogni genitore si troverà la spesa, da portare in detrazione, già caricata sul proprio 730 Precompilato

 

I contribuenti che hanno sostenuto spese scolastiche e/o hanno effettuato erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici, possono decidere di non rendere disponibili all’Agenzia delle Entrate i dati relativi a tali spese ed erogazioni e dei relativi rimborsi ricevuti e di non farli inserire nella propria dichiarazione precompilata.

È comunque possibile inserire le spese e le erogazioni per le quali è stata esercitata l’opposizione nella successiva fase di modifica o integrazione della dichiarazione precompilata, purché ne sussistano i requisiti per la detraibilità previsti dalla legge.

L’opposizione all’utilizzo dei dati relativi alle spese scolastiche e alle erogazioni liberali agli istituti  scolastici può essere esercitata comunicando l’opposizione all’Agenzia delle Entrate, dal 1° gennaio al 16 marzo dell’anno  successivo a quello di sostenimento della spesa e/o di effettuazione dell’erogazione, fornendo le informazioni con l’apposito modello di richiesta di opposizione – (allegato pdf). La comunicazione può essere effettuata inviando il modello di richiesta di opposizione via e- mail alla casella di posta elettronica

dedicata: opposizioneutilizzospesescolastiche@agenziaentrate.it.

 

In entrambi i casi bisogna allegare un documento di riconoscimento.

 

La Dirigente Scolastica

Dott.ssa Emanuela Pispisa

 

ALLEGATO: Modello di Opposizione

Documenti